Font Size

Direction

Cpanel

LA LINEA DI PACE, 3-15 dicembre 2006

ImageL’Associazione Deposito Dei Segni, promuove per il terzo anno consecutivo il progetto “La Linea di Pace: Sabra e Shatila oltre l’ultimo cielo”, una riflessione per sostenere percorsi di dialogo e pace in riferimento alla questione palestinese-israeliana. Il progetto è rivolto prevalentemente ai giovani e agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore e delle Università, per sviluppare conoscenza e competenza sui temi della solidarietà internazionale, sulla cooperazione e sviluppo tra i popoli. La questione dei profughi e del popolo palestinese e l’analisi della contemporaneità sono proposti attraverso un percorso culturale-artistico, tra cinema, teatro, letteratura e conferenze.
 
Il progetto si declina attraverso tre momenti:
  • una propedeutica di avvicinamento al contesto proposto attraverso la proiezione di film-documentario nei singoli istituti che aderiscono;
  • una rappresentazione teatrale;
  • una giornata specifica nel corso della quale si terrà una conferenza-dibattito in cui interverranno personalità eccellenti che testimonieranno esperienze di impegno civile e cooperazione in relazione alla questione israelo-palestinese.

Partecipano i seguenti Istituti di Istruzione Superiore:
Pescara: Liceo Scientifico “G. Galilei”; Liceo Artistico “Misticoni”; I.P.S.S.A.R. “De Cecco”; Istituto Magistrale “Marconi”; I.P.S.I.A. “U. Di Marzio”; I.T.C. “Alessandrini” di Montesilvano; Istituto d’Arte “M. dei Fiori” Penne.
Teramo: Liceo Scientifico “Einstein”; Liceo Scientifico “Milli”; I.T.I “Alessandrini”; I.T.C “Pascal”; I.P.S.I.A.; Liceo Artistico; I.T.C. “Rosa”di Nereto; Liceo Scientifico “Curie” di Giulianova.

studio mediterraneo n°0PROGRAMMA:
studio mediterraneo n°0 estDomenica 3 dicembre Spoltore PE
Società Operaia Mutuo Soccorso

ore 17,30 saluto di benvenuto
ore 18,00 proiezione film-documentario: “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 18,30 proiezione film-documentario: “Un Infinito Cerchio” di Claudio Camarca
ore 19,00 incontro con Moataz Dajani, Claudio Camarca
Lunedì 4 dicembre  Teramo
Sala Conferenze Università degli Studi  - Coste S. Agostino Colle Parco

ore 9,00   saluto di benvenuto
ore 9,30   proiezione film-documentario: “Un Infinito Cerchio” di Claudio Camarca
ore 10,00 proiezione film-documentario: “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 10,30 incontro con Claudio Camarca, Moataz Dajani, Claudio Moffa
Martedì 5 dicembre Giulianova
Kursaal – Lungomare Zara

ore 9,00   saluto di benvenuto
ore 10,00 proiezione del film-documentario “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 10,30 incontro con Moataz Dajani, artista, pedagogo, direttore del Centro Al-Jana di Beirut
studio mediterraneo n°0 sudstudio mediterraneo n°0 ovestMartedì 5 dicembre Martinsicuro
Sala Consigliare del Comune

ore 17,30 saluto di benvenuto 
ore 18,00 proiezione film-documentario: “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 18,30 proiezione film-documentario:”Un Infinito Cerchio” di Claudio Camarca
ore 19,00 incontro con Moataz Dajani, Claudio Camarca
Mercoledì 6 dicembre Pescara
Auditorium “Castellammare” V.le G. Bovio, 466 (Q.n 5)

ore 9,00   saluto di benvenuto
ore 9,30   proiezione film-documentario: “Un Infinito Cerchio” di Claudio Camarca
ore 10,00 proiezione film-documentario: “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 10,30 incontro con Claudio Camarca e Moataz Dajani
Mercoledì 6 dicembre Pescara
Sala Riunioni “L. Lama” CGIL Via B. Croce, 108

ore 17,30 saluto di benvenuto
ore 18,00 proiezione film-documentario: “Childhood in the midst of mines” di Hicham Kayed
ore 18,30 proiezione film-documentario: “Un Infinito Cerchio” di Claudio Camarca
ore 19,00 incontro con Moataz Dajani, Claudio Camarca         
Mercoledì 13 dicembre ore 9,00 Teramo
scuola danza Electa Via F. De Paulis 9/A (Hotel Michelangelo)
matinée

spettacolo“SON … ora” liberamente tratto dal libro “Quattro ore a Shatila” di Jean Genet a cura di Deposito Dei Segni, special guest Antonio Caronia
Venerdì 15 dicembre ore 9,00
presso Spazio ex-Alici-Teatro Florian Via Italia, 1 Villa Raspa di Spoltore
matinée

spettacolo “SON … ora” liberamente tratto dal libro “Quattro ore a Shatila” di Jean Genet a cura di Deposito Dei Segni, special guest Antonio Caronia

studio mediterraneo n°0 nord


Mai Masri, Frontiers of Dreams and FearsPROFILO DEGLI OSPITI:

MOATAZ DAJANI, scultore, pedagogo, diploma Belle Arti, università di Beirut (Libano), laurea e spezializzazione in scultura, università di Washington (USA), fondatore del Centro Al-Jana-Arab Resource Center For Popular Arts, di Beirut. Direttore di “Jana International Film Festival for Children & Youth”, “Jana Spring Festival”, “Janana Summer Camp”. Coordinatore dei programmi di apprendimento attivo ed espressione creativa. Il Centro Al-Jana sviluppa ed elabora un capillare lavoro di supporto ai rifugiati palestinesi nei campi profughi presenti su tutto il territorio libanese.

CLAUDIO CAMARCA, scrittore, regista, saggista, giornalista. Il film-documentario “Un Infinito Cerchio” si sviluppa dentro e intorno otto temi, letti dagli ragazzi che li hanno scritti partecipando ad un concorso di scrittura, le cui voci divengono il filo conduttore annodato intorno al vero protagonista del documentario: il muro. Narrato attraverso la sua costruzione, seguito per chilometri (650 km per 8 di altezza), penetrando nelle terre distrutte e nelle abitazioni divelte dal passaggio di colossali escavatrici. 

Hicham Kayed, Childhood in the Midst of MInesHICHAM KAYED, regista, videomaker, del centro Al-Jana di Beirut. Il film-documentario “Childhood in the midst of mines”, infanzia tra le mine, racconta la drammatica realtà del quotidiano dei bambini nei territori minati. Il film ha vinto diversi premi internazionali.

MAI MASRI, regista, ha studiato cinema all'università di S. Francisco (Usa). Il film-documentario “Frontiers of dreams and fears” segue due giovani ragazze palestinesi nel corso di alcuni mesi della loro vita: Mona dal campo di rifugiati di Shatila a Beirut e Manar dal campo di Dheisha a Betlemme. Il film ha vinto diversi premi internazionali.

DEPOSITO DEI SEGNI, Associazione Culturale promuove progetti di formazione, produzione e ricerca nel campo delle arti visive, sceniche e musicali, laboratori di  pedagogia teatrale e didattica artistica. Sostiene progetti di scambi interculturali, percorsi di cooperazione, multiculturalità, e reciprocità fra i popoli. Fa riferimento artistico-progettuale-pedagogico a Cam Lecce e Jörg Grünert. Presenta “SON … ora” environment-concerto-performance ideato dallo scultore, performer, dramaturg Jörg Grünert per la testimonianza di J. Genet del massacro di Sabra e Shatila nel 1982. Le parole che descrivono i fatti sono quelle severe, nette e poetiche del grande scrittore francese Jean Genet. Il luogo un habitat artistico, visionario. In scena Paola Caranchini, Michelangelo Del Conte, Jörg Grünert, Carmine Ianieri, Cam Lecce, Sandra Mazzoni, special guest: Antonio Caronia.

Claudio Camarca, Un Infinito CerchioANTONIO CARONIA, scrittore, saggista, si occupa di teoria della comunicazione e immaginario scientifico e tecnologico. Ricerca gli effetti sociali e politici dell'innovazione tecnologica e gli aspetti estetici del comportamento sociale in relazione alle nuove tecnologie. Autore di diversi saggi e libri. Ha tradotto Ballard, Barker, Burroughs, Laidlaw, Rucker e altri autori. Intervento: Corpi ribelli, Jean Genet e la Palestina.

CLAUDIO MOFFA, docente di Storia e Istituzioni dei paesi afroasiatici e Direttore Master “Enrico Mattei” in Medioriente, università di Teramo. Collaboratore di diverse testate giornalistiche  e di numerose riviste specialistiche. Titolo Intervento: Territori Occupati, Profughi, Muro: Israele e il Diritto Internazionale.

Comitato d’Onore composto da:
- Prof. Nicola D’Antuono, docente Università “G. D’Annunzio” di Pescara, Facoltà Lingue e Letterature Straniere,                              Presidente del Corso di Laurea Interpreti e Traduttori
- Prof. Ezio Sciarra, Preside della Facoltà di Scienze Sociali Università “G. D’Annunzio” di Chieti
- Prof. Alain Goussot, docente di pedagogia Facoltà di Psicologia di Cesena Università di Bologna
- Prof. Angelo Ariolo, Vice-Preside della Facoltà di Studi Orientali, Università “La Sapienza”
   di Roma, Ordinario di Lingua e Letteratura Araba
- Prof.ssa Biancamaria Scarcia, Facoltà di Scienze Umanistiche  Università La Sapienza di Roma
   (Ordinario di Islamistica, già Direttore del Dipartimento di Studi Orientali della Sapienza)
- Prof. Adolfo Pepe, Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Universita degli Studi di Teramo
- Prof. Piero Rovigatti docente di Urbanistica d’Arte Facoltà di Architettura Università “G. D’Annunzio Pescara

La Linea di Pace è sostenuta da:
Regione Abruzzo, Provincie di Teramo e Pescara, Città di Pescara, Giulianova, Martinsicuro, Spoltore, Unione di Comuni Città Territorio Val Vibrata.
Patrocinio: della Presidenza della Giunta Regionale, della Presidenza del Consiglio Regionale; Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo; Facoltà di Scienze Sociali di Chieti; Corso di Laurea Interpreti e Traduttori Facoltà di Lingue e  Letterature Straniere di Pescara dell’Università “G. D’Annunzio”; CGIL Regionale e le Camere del Lavoro Territoriale di Pescara e Teramo.
Il progetto, la produzione e l’organizzazione sono a cura dell’associazione Deposito Dei Segni.


AddThis

Donazioni

Puoi aiutare Deposito dei Segni Onlus facendo una donazione attraverso Paypal

Enter Amount:

You are here Pace e diritti umani La Linea di Pace LA LINEA DI PACE, 3-15 dicembre 2006