QUESTASTORIACI(RI)GUARDA

"QUESTASTORIACI(RI)GUARDA", è un progetto rivolto con particolare riguardo alle studentesse, agli studenti e ai giovani. Nasce in riferimento alla commemorazione del "Giorno della Memoria", il 27 gennaio, data in cui furono abbattuti i cancelli di Auschwitz, istituito con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 dal Parlamento italiano.

Le attività promuovono una attitudine interdisciplinare che richiama anche la recente legge sull'insegnamento dell'educazione civica, per l'acquisizione delle competenze chiave, così come raccomandato dal Parlamento Europeo, per l'acquisizione di capacità di analisi e critica, per la conoscenza del dettato Costituzionale, della Carta dei Diritti del Cittadino Europeo, della Carta Universale dei Diritti Umani, per sostenere la formazione di cittadinanza attiva e partecipata, suscitare interesse per la storia contemporanea e l'attualità, per non dimenticare il grande pericolo che si corre quando si disumani77a l'essere umano, per non dimenticare il valore della conoscenza, della consapevolezza e dell'impegno civile; per non dimenticare nella vita quotidiana la difesa e la salvaguardia dei diritti umani.

Per introdurre la storia del nazifascismo in Germania ci siamo documentati attraverso lo studio di materiale storico e la visione di documentali d'epoca. Abbiamo così elaborato un un progetto che si avvale dei linguaggi artistici per problematizzare riflessioni e questioni.

Durante gli incontri ci avvaliamo di:

- un documentario storico: "LA LIBERAZIONE DI AUSCHVVITZ", regia di Inngard von zur Muhlen, che mostra le riprese che i cineoperatori sovietici girarono, a seguito della compagnia 1° Fronte Ucraino dell'Annata Rossa, tra il 27 e il 28 gennaio 1945 ad Auschwitz. Auschwitz costituiva il più grande complesso nazista dei campi di concentramento a cui facevano riferimento oltre 40 sotto-campi, situati per lo più presso gli stabilimenti industriali tedeschi. Ben visibile, dalle riprese aeree, è il complesso industriale della Buna di proprietà della I.G. Farben, gli stabilimenti industriali dove sorsero i campi di concentramento Auschwitz I, Auschwitz II-Birkenau, Auschwitz III Monowitz. Un documentario storico di rara importanza per comprendere l'organi77a7ione del sistema concentrazionario ed il suo perfetto funzionamento.

- una dispensa: tratta dal libro "PERSECUZIONE E STERMINIO DI MASSA NELL'EPOCA DEL NAZIONALSOCIALISMO 1933-1945" DI DIETER POHL (Dieter Pohl, Verfolgung und Massenmord in der NS-Zeit 1933-1945, Wissenschaftliche Buchgesellschaft, Darmstadt, 2011), traduzione dal tedesco a cura di Rirg Griinen. Nella dispensa sono richiamate macro voci con sottovoci afferenti: 1. Il razzismo: nazionalismo estremo, antisemitismo o antiebraismo, biologia razziale, antislavismo, anticomunismo, antiziganismo. 2. Le condizioni della violenza: ascesa del NSDAP, partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi. 3. Persecuzioni e sterminio di massa nella Germania nazista. A cui seguono due grafici sul numero delle vittime dei crimini di massa nazista 1939-1945, e vittime nei campi di sterminio, cifre aggiornate dagli studi sui crimini nazisti effettuati negli anni novanta del 900. Dispensa che lasciamo ai partecipanti in italiano e inglese se richiesto.

- uno spettacolo CENERI, di e con: Cam Lecce e Jórg Granert, musiche di Luigi Morleo. Lo spettacolo si svolge all'interno di una installazione artistica e propone una lettura trasversale del genocidio nazista, riportando l'indicibile storia del nazifascismo dalle testimonianze dei sopravvissuti alle sue matrici economiche e finanziarie seguendo il percorso dalla nascita del nazismo agli anni del dopoguerra. Il testo è costituito dalle testimonianze di internati dei campi di sterminio, di concentramento, di lavoro forzato e dalle testimonianze raccolte e dalle indagini svolte dallo stato maggiore dell'esercito francese, dalla commissione speciale polacca sovietica, dal comitato americano per i profughi di guerra, dal rapporto del vescovo cattolico Geddes, e da analisi e documenti storici.

novita'

2 Giugno 2023
5 X 1000

Il tuo contributo ci aiuterà a promuovere il benessere sociale, la solidarietà e i diritti umani,progettando attività con i linguaggi del teatro e delle arti a sostegno delle bambine, deibambini, dei minori, giovani, donne, adulti, anziani, soggetti svantaggiati, rifugiati, richiedentiasilo, minoranze linguistiche. a. Puoi donare il 5x1000 della tua Dichiarazione dei Redditi senza nessuna spesa.b. Puoi […]

Leggi
10 Ottobre 2023
QUESTASTORIACI(RI)GUARDA

"QUESTASTORIACI(RI)GUARDA", è un progetto rivolto con particolare riguardo alle studentesse, agli studenti e ai giovani. Nasce in riferimento alla commemorazione del "Giorno della Memoria", il 27 gennaio, data in cui furono abbattuti i cancelli di Auschwitz, istituito con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 dal Parlamento italiano. Le attività promuovono una attitudine interdisciplinare […]

Leggi
Copyright © 2021 DEPOSITO DEI SEGNI ETS| JÖRG CHRISTOPH GRÜNERT & CAM LECCE. 
Tutti i diritti riservati - Privacy Policy